Associazione Vicentina Malattia di Parkinson Rotating Header Image

Attività e Servizi

Iniziative, attività e servizi dell’Associazione

SUPPORTO PSICOLOGICO

Il sostegno psicologico di  gruppo all’interno dell’Associazione Parkinson è rivolto alle persone con il Parkinson e ai familiari. Il gruppo è un contenitore che favorisce la comunicazione, l’ascolto degli altri e di sé, la motivazione e il processo di accettazione della malattia.

Le dinamiche del gruppo diventano uno strumento per entrare in contatto con la propria interiorità. In particolare, l’attenzione alla dimensione psico-socio-affettiva permette di riflettere, discutere, confron-tarsi su svariate tematiche mettendo in campo  le proprie risorse, per sé e per gli altri. Di fatto questa è una linea comune alle attività dell’Associazione, che oltre agli obiettivi specifici, si propongono di creare occasioni di scambio e  socializzazione.

L’interesse per gli aspetti psicologici prevede inoltre spazi dedicati a sessioni individuali di consulenza per tutti coloro che avvertono la  necessità e il desiderio di approfondire  delle tematiche in una forma  diversa da quella del gruppo.

Il benessere è dunque  connesso ad un concetto di cura di sé che prende in considerazione le diverse dimensioni della persona e del sistema familiare.

Dr.ssa Giulia De Tomasi, Psicologa

PERCORSI ED ATTIVITA’ DI LOGOPEDIA

La comunicazione costituisce un aspetto fondamentale della vita delle persone, permette di istaurare relazioni e di esprimersi nei diversi contesti. La Malattia di Parkinson si ripercuote anche in questa importante sfera, determinando modificazioni nel linguaggio orale e scritto della persona malata. La voce e l’eloquio si modificano nelle loro caratteristiche, la scrittura viene alterata e può risultare difficilmente leggibile. La compromissione di tutti questi canali di comunicazione rischia di limitare sensibilmente la libertà di ciascuno nell’esprimersi e nell’interagire con gli altri. La persona viene condizionata dalle difficoltà in molteplici situazioni di vita quotidiana (es. dialogare con altri, annotarsi la lista della spesa…).

I percorsi di logopedia proposti in questi ultimi anni per l’Associazione Vicentina Malattia di Parkinson si concentrano sulle criticità sopra menzionate che la malattia comporta. L’obiettivo è quello di supportare il mantenimento delle abilità di comunicazione della persona, sfruttando sia il linguaggio orale che quello scritto. Il fine ultimo è mantenere il linguaggio orale funzionale ed efficace all’interazione, favorire la soddisfazione ed il piacere di conversare. Parallelamente, si lavora per mantenere la scrittura un canale di comunicazione valido e fruibile. In entrambi i percorsi sono proposte attività diversificate, di complessità crescente. Gli esercizi si rifanno anche a situazioni che la persona può ritrovarsi ad affrontare nella quotidianità. Ogni partecipante inevitabilmente si può scontrare con degli ostacoli durante gli incontri, ma è stimolato e guidato a trovare un modo per affrontarli. Le attività, anche se realizzate in contesto di piccolo gruppo, sono definite nei dettagli a partire dalle caratteristiche di ciascuno e tenendo conto delle personali necessità. Ogni partecipante è incentivato all’interno del gruppo al positivo confronto, alla condivisione delle difficoltà ma soprattutto delle strategie trovate per arginarle. Si crea inoltre l’opportunità di condividere esperienze, di stabilire reti d’interazione e rafforzare i rapporti interpersonali.

La partecipazione alle attività è estesa a tutti gli associati interessati. La periodica riproposta dell’iniziativa ha finora permesso di creare una costante continuità di percorso. L’adesione agli incontri è sempre stata accolta con interesse. La spinta a migliorarsi e a non demordere hanno sempre accompagnato tutti i partecipanti.

Referente dei progetti: Logopedista Dott.ssa Finesso Chiara

email: cfinesso.logopedista@gmail.com

CANTO CORALE

Il mio lavoro parte dalla ricerca del migliore apporto che il canto può dare, che si sviluppa in tre punti fondamentali:

  •  1 – corretta respirazione, con analisi del percorso dell’aria nei polmoni (che non trovi ostacoli per l’assorbimento della stessa), fino al limite del diaframma che divide l’apparato addominale dall’intestino, al sistema dell’emissione della voce e del suono, con la giusta tensione dei muscoli senza irrigidimenti.
  • 2 – corretta emissione della voce (parlata o cantata) con l’attivazione degli organi preposti, quali disframma (per la giusta pressione dell’aria), i polmoni (per una migliore ossigenazione fino ai lobi inferiori ed alle basi polmonari), la laringe (con il giusto uso delle corde vocali), il palato fino alla maschera facciale, con corretti esercizi sulla elasticità degli zigomi, che aiutano l’inarcamento del palato e velo palatino, permettendo che le onde sonore diventino canto.
  • 3 – il ritmo, con cui cerco di sincronizzare il tempo del respiro con il canto (movimento o battito delle mani), che mai deve essere affrettato e confuso perché in esso avviene l’ematosi, cioè l’ossigenazione del sangue venoso, che si verifica a livello della membrana alveo-capillare dei polmoni mediante l’aria aspirata, ed è la funzione più importante del corpo, “quando diamo il giusto tempo all’ossigenazione, tutta la persona ne ha benessere”.

La mia costatazione è che più riesco a mettere in rapporto questi tre punti, più miglioro la qualità della vita dei partecipanti al coro.

Giovanni Morisi

DANZA “SBALLANDO PER IL PARKINSON”

Si tratta di un’attività che ha un approccio artistico, derivante dalla danza contemporanea, classica e popolare. Attraverso il movimento associato alla musica, si mira a stimolare e sviluppare ciò su cui qualsiasi danzatore si allena  flessibilità, tonicità muscolare, coordinazione, equilibrio, senso del ritmo, memoria corporea, senso del movimento e consapevolezza del corpo in relazione allo spazio.

Lo stimolo musicale è molto importante, in quanto, oltre ad influire su stati d’animo, emozioni, e sull’immaginazione, fa sì che vi sia organizzazione del movimento.

Tutto questo avviene senza ricerca di prestazione : non ci sono “bravi e meno bravi” ma ognuno è invitato a muoversi secondo le sue possibilità e le sue risorse, seguendo il principio del “non c’è giusto e non c’è sbagliato”.

Molto del lavoro è anche orientato a stimolare la relazione tra le persone attraverso il movimento, dato che si tratta di un’attività di gruppo, poiché la danza in gruppo aiuta la socializzazione e a rompere l’isolamento, fa esprimere se stessi dimenticando le difficoltà, e aumenta sicurezza e fiducia in se stessi.

Oltre al piacere di danzare, di muoversi a tempo di musica, l’obiettivo è quello di poter riportare anche nella quotidianità quanto si sperimenta danzando.

Simona Fioravanti, già danzatrice professionista, è insegnante di danza.

Comincia nel 2013 la sua formazione nella Danza per il Parkinson, grazie ad un progetto europeo, e nello stesso anno inizia la pratica attraverso “Dance for Health” sia in Italia che in  Olanda.

Da allora prosegue costantemente ad aggiornarsi con David Leventhal, seguendo suoi corsi in Spagna, Inghilterra, Portogallo, e alla sede principale di “Dance for PD” negli Stati Uniti ( Brooklyn-N.Y.)

Da gennaio 2016 è all’Associazione Parkinson Vicenza.

Roberto Giacomazzi : insegnante di biodanza dal 1997, soprattutto con gruppi clinici.

Nel corso degli anni  realizzate varie esperienze di danza contemporanea, moderna e contact improvisation con insegnanti italiani e stranieri. Nel periodo 2013- 2014 formazione nel progetto “dance and health” per l’utilizzo della danza per persone con Parkinson, svolto parte in Italia e parte in Olanda.

Dal 2015 collaborazione con l’Associazione Vicentina Malattia di Parkinson

ATTIVITA’ FISICA ADATTATA

Negli ultimi anni è stata ampiamente dimostrata la validità dell’esercizio fisico come tipologia di trattamento non farmacologico nella Malattia di Parkinson. Infatti, la pratica costante di attività fisica è associata alla diminuzione dei sintomi motori, a un minor rischio di cadute, a miglioramenti nella performance motoria, nell’equilibrio e nella capacità di cammino, il che comporta ripercussioni positive sulla qualità della vita, sulla funzionalità fisica e su aspetti psicologici dell’individuo. Recenti ricerche suggeriscono che la pratica costante di attività fisica adattata per la Malattia di Parkinson possa alterare i processi neurofisiologici alla base della patologia, con la possibilità di rallentare il decorso della malattia e soprattutto diminuire la manifestazione dei sintomi motori.

Il corso di attività fisica adattata che proponiamo si rifà il più possibile alle linee guida per l’esercizio fisico nella Malattia di Parkinson dell’American College of Sports Medicine, le quali prevedono esercizi per il miglioramento della capacità aerobica, di rinforzo muscolare, di flessibilità e di mobilità articolare e di equilibrio. Le attività si svolgono da settembre a giugno, e ogni sessione di allenamento ha durata di 60 minuti. Ogni lezione prevede una fase di riscaldamento e di mobilità articolare, seguita dalla fase centrale in cui vengono svolti esercizi di potenziamento muscolare a corpo libero o con leggeri sovraccarichi, esercizi di training del cammino, di equilibrio statico e dinamico, di flessibilità muscolare, di coordinazione motoria, ecc., e infine una parte finale di defaticamento.  Gli obiettivi del corso sono infatti i seguenti:

  • Prevenire il decondizionamento cardiorespiratorio e, se possibile, migliorare tale capacità fisica;
  • Rinforzo muscolare, con focus sui muscoli estensori del tronco e dell’anca, per prevenire scorretti atteggiamenti posturali, e sugli arti inferiori per garantire mobilità autonoma alla persona;
  • Mantenimento/miglioramento della flessibilità e del Range of Motion articolare, con focus sulla muscolatura del collo, in quanto la rigidità in questo distretto muscolare influenza negativamente la postura, il cammino e l’equilibrio;
  • Mantenere/migliorare la capacità di equilibrio sia statico che dinamico, in particolare nei cambi di direzione improvvisi del cammino;
  • Lavorare sulla sintomatologia specifica, soprattutto sui disturbi della deambulazione e sulla difficoltà a svolgere azioni della vita quotidiana (alzarsi e sedersi da una sedia, manipolare oggetti, ecc.);
  • Prevenire/correggere mal-allineamenti posturali;
  • Incrementare il più possibile la qualità di vita dei soggetti.

Le attività vengono programmate e condotte dal seguente personale qualificato:

  • Dottoressa Camilla Boccaccio, laureata magistrale in Scienze Motorie Preventive e Adattate, presso l’Università di Verona, con tesi dal titolo “Esercizio fisico e Malattia di Parkinson: corsi di Attività Fisica Adattata e di Tai Chi a confronto”;
  • Dottor Francesco Bosaglia, laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive, presso l’Università di Verona.

Entrambi i responsabili hanno affiancato il personale di Villa Margherita per aggiornarsi sulle modalità di trattamento dei pazienti con Malattia di Parkinson ed hanno partecipato al corso di aggiornamento “L’esperto in Scienze Motorie nella Malattia di Parkinson”, presso Fresco Parkinson Institute Italia, in data 13-04-19.

IL MOVIMENTO CONSAPEVOLEDEL TAI JI QUAN NELLA MALATTIA DI PARKINSON

Dal 2006 l’Associazione Vicentina Malattia di Parkinson propone ai propri associati corsi di Movimento Consapevole del Tai Ji Quan con il prof. Roberto Benetti e Franca Rizzi. Il prof. Benetti ha messo a punto un metodo originale e scientifico con esercizi specifici, il Movimento Consapevole del Tai Ji Quan, basandosi sulle metodiche applicate al movimento corporeo desunte dalle Scienze Motorie occidentali e dai Principi della più antica tradizione cinese del Tai Ji Quan.

L’obiettivo è quello di sviluppare CONSAPEVOLEZZA NEL MOVIMENTO.

Il “Movimento Consapevole” serve a regolare il sistema “Corpo – Percezione – Mente” secondo un paradigma che può essere riassunto in Fare – Sentire – Capire in modo circolare e quindi senza una gerarchia precisa per sviluppare l’aspetto propriocettivo e una maggiore consapevolezza. E’ un sistema completo ed integrato di allenamenti che riguardano l’aspetto fisico, energetico e mentale, con effetti benefici a livello:

  • fisico: sciogliendo le articolazioni e rinforzando il corpo
  • energetico: sviluppando maggiore vigore interno, sensibilità ed equilibrio
  • mentale: favorendo maggiore attenzione e concentrazione

I corsi si tengono 2 volte la settimana da ottobre a giugno. Mediamente il numero di partecipanti varia da 30 a 35 di cui una decina sono accompagnatori o famigliari (caregivers). La presenza dei caregivers facilita lo svolgimento delle lezioni e permette di prolungare e consolidare anche al di fuori del corso gli effetti benefici riscontrati sul malato. Inoltre, la pratica proposta consente al caregiver di rinforzare e sostenere sé stessi a livello, fisico, emotivo e mentale. Ogni lezione dura circa 90 minuti suddivisi in tre fasi di attività:

          1.       Movimento consapevole da seduti e pratica energetica. Questa fase introduce                        la lezione, si svolge seduti su una sedia e dura circa 35’

          2.       Movimento consapevole in piedi. Questa fase si svolge in piedi e dura circa                             35 minuti. E’ previsto l’ausilio di una sedia per coloro che lo desiderano.

          3.       Forma di Tai Ji Quan

La pratica proposta consente di sviluppare una nuova Forza, la Forza dell’Equilibrio Centrale, che migliora l’equilibrio. L’esecuzione della forma consente di sviluppare il senso del Ritmo. Il senso del ritmo abbinato alla Forza dell’Equilibrio favorisce la sensibilità e sviluppa il senso dell’Armonia. Il senso dell’Armonia infonde nel praticante/malato un senso diffuso di benessere. L’arricchimento a livello percettivo, il vivere il momento e la condivisione nel gruppo danno valore a questa esperienza migliorando la qualità della vita non solo ai malati.

Roberto Benetti

  • Docente di “Tecnica e didattica del Tai Ji Quan” all’Università di Padova.
  • Pratica Arti Marziali Interne e discipline energetiche da oltre 30 anni.
  • Di formazione scientifica, approfondisce le metodologie di insegnamento ed il rapporto tra Scienza Moderna e Discipline Olistiche.
  • Collabora dal 2006 con l’Associazione Vicentina Malattia di Parkinson e dal 2018 con l’Associazione Parkinson Bolzano, conducendo corsi specifici di Movimento Consapevole e Tai Ji Quan.
  • E’ autore di saggi, articoli, video e testi didattici di Tai Ji Quan e Qigong.
  • Tiene seminari e conferenze in Italia ed in Europa.
  • E’ istruttore riconosciuto dalla Buteyko Italia del metodo di respirazione Buteyko.

FIRMATO L’ACCORDO TRA LA NOSTRA ASSOCIAZIONE E IL CENTRO SERVIZI “DON A.BRUZZO”

E’ stato recentemente firmato l’accordo tra la nostra Associazione e il Centro di Servizi “Don Antonio Bruzzo” di Gambellara. Il Centro, con l’obiettivo di promuovere l’interazione col territorio offrendo sostegno ed assistenza alle condizioni di disagio, affianca l’Associazione Vicentina Malattia di Parkinson per offrire un supporto mirato e qualificato alle persone affette da questa malattia ed ai loro familiari.
SERVIZIO DI FISIOTERAPIA                                                                                                                           La struttura offre un percorso di fisioterapia individuale, calibrata a seconda delle esigenze, che prevede due accessi settimanali in struttura, da un’ora ciascuno. Il servizio sarà erogato nella palestra interna, con la fisioterapista operante in struttura che possiede competenze specifiche sulla riabilitazione dei malati di Parkinson. Il costo per i soci è di 25,00 Euro l’ora.

SPAZI DI AGGREGAZIONE                                                                                                                               In struttura è presente una sala che verrà utilizzata per sviluppare progetti, per piccoli gruppi, improntati sulla coesione sociale, attività aggregative, momenti informativi (es.: Angolo Caffè, laboratori di scrittura autobiografica, ecc.). I servizi saranno a disposizione gratuitamente ai soci ed alle persone che hanno usufruito dei nostri servizi, attraverso appuntamenti cadenzati.

ACCOGLIENZA TEMPORANEA RIABILITATIVA                                                                                     Vi è la possibilità di godere di periodi di accoglienza residenziale, da un minimo di 15 giorni ad un massimo di 90 giorni, godendo di tutti i servizi presenti in struttura (assistenziali, sanitari, specialistici, ricreativi, alberghieri, decritti più avanti). Il costo giornaliero sarà valutato attraverso un colloquio conoscitivo.

RISORSE PRESENTI NELLA CASA

  • 65 posti letto (di cui 27 autosufficienti, 9 posti Comunità Alloggio, 29 posti non autosufficienti)
  • 2 sale da pranzo
  • 2 salottini comuni con televisore
  • 1 ambulatorio medico
  • 1 palestra per fisioterapia
  • 3 bagni assistiti
  • ampio giardino e parcheggio privato
  • lavanderia interna
  • cucina interna
  • chiesetta privata per S.Messa mattutina e festività

ORGANIZZAZIONE INTERNA

  • Consiglio di Amministrazione
  • Direzione
  • Coordinatrice
  • Medico
  • Ufficio Amministrazione ed economato
  • Assistente Sociale
  • Psicologa
  • Educatrice
  • Fisioterapista
  • Personale infermieristico (giacca azzurra, pantaloni bianchi)
  • Operatori socio-sanitari(divisa bianca)
  • Addetti alla cucina e alla lavanderia
  • Personale volontario

SERVIZI IN CONVENZIONE

  • Parrucchiera
  • Logopedista
  • Podologo

Per ulteriori informazioni rivolgersi in Segretria dell’A.V.M.P. o direttamente al Centro di Servizi “Don A.Bruzzo” – via Roma, 37 – 36053 Gambellara (VI) – tel.0444/444025 – fax. 0444/444513

Sito Web: www.donbruzzo.it

Mail: assistente_sociale@donbruzzo.it

 

PROGRAMMA DI ATTIVITA’ PER L’ANNO 2017-2018

A seguito della presentazione delle attività proposte dall’Associazione Vicentina Malattia di Parkinson per il nuovo anno sociale 2017-2018 svoltasi il mese scorso, ecco di seguito il programma definitivo dei corsi:

  • GINNASTICA – tenuto  da Camilla e Francesco – il Lunedì e Giovedì ore 11,15/12,30
  • TAI-CHI – tenuto da Roberto e Franca – il Lunedì e Giovedì ore 9,15/10,30
  • CORO – tenuto da Giovanni – Lunedì e Giovedì ore 10,30/11,15
  • DANZA – tenuto da Roberto e Franca – il Mercoledì ore 10,00/11,00
  • VISITE CULTURALI – con Nicolina Cappello – in date da precisare – massimo 20 persone

N.B.: per tutte queste attività è necessario il certificato medico e l’assicurazione (Euro 10,00) per tutto l’anno.

INCONTRI POMERIDIANI PRESSO L’ORATORIO SAN GIUSEPPE ore 15,00/18,00 in sala bar –  NECESSARIA LA TESSERA NOI ASSOCIAZIONE

  • LUNEDI: gioco delle carte Burraco
  • MARTEDI e VENERDI: tombola
  • MERCOLEDI: musica
  • GIOVEDI: letture animate

SUPPORTO PER GLI ASSOCIATI

  • RIABILITAZIONE GRAFICA – con la dott.ssa Chiara Finesso – gruppi di 6/7 persone – SABATO ore 9/12
  • LOGOPEDIA – PSICOLOGIA con la dott.ssa Giulia De Tomasi . incontri di gruppo (max. 12 persone) una volta al mese al MARTEDI

 

 

ACQUATICA – MENTE Terapia Cognitiva attraverso l’acqua

Con il patrocinio del Comune di Creazzo (VI), l’ULSS n°6 e il Distretto Socio Sanitario Ovest, professionisti tecnicamente preparati propongono un ciclo di incontri in acqua, rivolti ad adulti anziani a scopo preventivo e riabilitativo. L’attività in acqua ha dimostrato di avere benefici per l’attivazione cerebrale e mentale in casi di Alzheimer, demenza, disturbi cognitivi, deficit neurologici, depressione ecc. Il corso si svolge di Martedì, con inizio alle ore 10,30 presso la Piscina LeoSport di Creazzo, in via L.Da Vinci, 25. Per ulteriori informazioni rivolgersi a Monica, in segreteria, il martedì mattina.

 

GIULIO D’ANNA – parkin’son

Teatro Astra – Sabato 30 Novembre 2013 ore 21

 GIULIO D’ANNA – parkin’son

“uno dei miei primi ricordi da bambino è mio padre che guida in auto e canta ‘il mondo’…”

 Biglietto ingresso € 14,50 (Diritto di prevendita incluso)

 Ai soci dell’Associazione Vicentina Malattia di Parkinson

biglietto speciale € 10,00

spettacolo vincitore del Premio Equilibrio Roma 2011

concept e direzione Giulio D’Anna

creazione e performance Giulio e Stefano D’Anna

assistente direzione e produzione Agnese Rosati

musiche originali Maarten Bokslag

disegno luci e scene Theresia Knevel, Daniel Caballero

prodotto da Fondazione Musica per Roma

in collaborazione con Officina Concordia e Civitanova Casa della Danza

con il supporto di Danceworks di Luana Bondi-Ciutti, Anna Maria Quinzi

in collaborazione con Versiliadanza

Un padre e un figlio. Sulla scena come nella vita. Un terapista di 64 anni senza una formazione di danza e un coreografo di 33 anni formatosi in Olanda: due generazioni a confronto. Due corpi, l’uno l’idea del futuro e l’altro quella del passato, si raccontano attraverso la danza. Così nasce “PARKIN’SON”.

 Lo spettacolo vede in scena il giovane coreografo insieme al padre Stefano con l’accompagnamento delle musiche originali di Maarten Bokslag. Giulio D’Anna racconta il suo rapporto col padre, mettendo in danza un album di eventi normali in cui s’intrecciano ricordi d’infanzia, attimi presenti e sogni futuri, gioie e drammi. Come usciti dalle storie di “Vite di uomini non illustri” di Giuseppe Pontiggia, padre e figlio esplorano la loro relazione sul palco: eseguono movimenti speculari, si rincorrono, litigano, accennano a carezze, si abbracciano, si prendono per mano. Il giovane si aggroviglia al corpo dell’anziano, lo scala, lo alza, lo deposita. E viceversa. Il racconto di due storie, nelle quali il corpo del padre ha la lentezza e il contegno del passato, e quello del figlio la dinamicità e l’apertura del futuro. E in cui il Parkinson, che è entrato nella vita di papà Stefano, diventa fonte di inaspettate possibilità.

 Al termine dello spettacolo, Giulio D’Anna incontrerà il pubblico.

A disposizione del pubblico il parcheggio della Provincia di fronte al teatro.

Data la capienza limitata, si consiglia di arrivare con anticipo.

Prima e dopo lo spettacolo sarà attivo il punto di ristoro Equobar, con i suoi prodotti di Caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.

APERTE LE ISCRIZIONI AL SOGGIORNO MARINO 2013

Sono aperte le iscrizioni al soggiorno marino presso il Villaggio Marzotto di Jesolo Lido, in programma dal 24  al 31 agosto 2013. Siamo giunti, quest’anno, alla quarta edizione e, a giudizio di coloro che hanno partecipato gli anni scorsi, si tratta di un’esperienza indimenticabile sia dal punto di vista del benessere psicofisico acquisito sia dal grado di aggregazione che si riesce ad instaurare tra i partecipanti. Le opzioni possibili sono in camera singola, doppia o tripla, con o senza aria condizionata. Alcune di esse sono al piano terreno, mentre quelle ai piani superiori sono dotate di ascensore. Le prenotazioni devono essere fatte entro la fine di febbraio accompagnate da una caparra di Euro 100,00 a persona. Per le prenotazioni e per ogni altra informazione rivolgersi in Segreteria.

 

FISIOTERAPIA PRESSO LA NUOVA PALESTRA DEL SAN BORTOLO

Il Direttivo dell’Associazione ha deliberato un consistente intervento economico per il progetto relativo a 30 sedute (3 cicli di 10 sedute) di fisioterapia da tenersi presso l’ Ospedale San Bortolo (nuova ala, ex-seminario) con prima visita fisiatrica gratuita. A carico del malato una parte della quota e il trasporto, con mezzi propri.
I posti, nel corso dell’anno, sono limitati a 30. Il progetto partirà a febbraio. Ulteriori informazioni in Segreteria.

NUOVI CORSI DI IDROKINESITERAPIA

Ripartono i corsi di Idrokinesiterapia presso la piscina del Centro Sport Palladio, a cura dei fisioterapisti della Fisiodom.
Si inizia Martedì 15 gennaio 2013 con i seguenti orari:
1° gruppo – dalle ore 11,00 alle ore 11,45
2° gruppo – dalle ore 11,45 alle ore 12,30

e così per altre 10 settimane successive.
Il successo dell’iniziativa è ampiamente confermato anche quest’anno visto che i posti disponibili sono già esauriti.

GRANDE SUCCESSO ALLA RASSEGNA “Mr.PARKINSON CANTIAMO PER TE …”

Grande successo per il nostro coro “Amici del Quartino”, guidato dal maestro Bortolo Brogliato, che ha partecipato alla Rassegna corale organizzata dalla’Unione Parkinsoniani di Verona domenica 21 ottobre 2012 con inizio alle ore 15 presso la chiesa di Santissima Trinità. La lodevole manifestazione prevedeva l’intervento di altri due cori: la Corale “Ss. Redentore” di Marchesino e la Schola Cantorum “T.Zardini” di Zevio (VR). Il nostro coro, unico dei tre formato da malati di Parkinson, ha presentato un programma di canti popolari di montagna e di guerra meritandosi una standing ovation al termine della propria esibizione e lusinghieri apprezzamenti da parte degli altri coristi partecipanti. Proprio una bella occasione per dimostrare, ancora una volta, che il nostro motto “Volere è potere” è sempre attuale e, metterlo in pratica, allevia le difficoltà connesse alla malattia e dà la carica per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi.

SEDUTE DI IDROKINESITERAPIA

Finalmente la nostra associazione è riuscita a concretizzare un progetto che ci stava a cuore da tempo: portare i nostri amici ammalati in piscina per una serie di sedute di Idrokinesiterapia.
Grazie all’aiuto fornitoci da Federico Riva, fisioterapista della Fisiodom, è stato possibile mettere a punto un programma di cura presso il Centro Sport Palladio dove egli opera.
Martedì 7 marzo 2012 alle ore 10,45 inizierà questa esperienza per il primo nucleo di nostri soci che ha aderito all’iniziativa; altri ne seguiranno per accontentare il maggior numero di utenti possibile.

VIII MEMORIAL “GINO ROSIN”

Si è svolto Domenica 9 ottobre 2011, nello scenario incomparabile del Lago di Fimon, l’ ottava edizione del Memorial “Gino Rosin”, gara podistica a staffetta che si snoda lungo i circa 4 km dell’anello che contorna lo specchio d’acqua vicentino. Gli “atleti” della nostra Associazione, anche quest’anno, hanno voluto essere presenti; si sono presentati al via: Luciano Silvestri, Renata Gianese, Renato Visonà e signora, Teresina Saggin, Veglia Pillan, Bianca Battocchio, Mario Galvan, Silvano De Gobbi, Aldo Krivitz e signora, Alessio Dall’Oco e signora.
Di questi, il più bravo è stato Renato Visonà, che si è meritato una coppa quale primo classificato tra i partecipanti dell’ A.V.M.P.
A lui in particolare, ma a tutti indistintamente, va il nostro applauso per aver creduto in loro stessi nonostante tutto e per aver partecipato alla kermesse con lo spirito giusto, quello enunciato nel nostro motto: “Volere è Potere”.

I PRINCIPI DEL TAI JI QUAN APPLICATI ALLA MALATTIA DI PARKINSON

E’ questo l’argomento della conferenza-dibattito che sarà tenuta dal M° Roberto Benetti sabato 12 giugno 2010 alle ore 11,30 nell’ambito dello STAGE DI ARTI MARZIALI INTERNE presso l’Agriturismo “El Magasin” in via Stefani, 2 a Peschiera dei Muzzi – Castelgomberto (VI).

Seguirà, alle ore 12,45 il pranzo a conclusione della stagione 2009/2010 per tutti coloro che hanno partecipato all’attività del Tai Chi in palestra.

Sport è la terapia anti Parkinson

Riportiamo un articolo che parla di noi, apparso su “Il Giornale di Vicenza” di Lunedì 12 Ottobre 2009 a pagina 13 a cura di Marta Benedetti.
Oltre al movimento, incontri e feste insieme.
12_13_gdv
(altro…)

Attività in palestra

(altro…)

Gli incontri con la Logopedista

Venerdì 30 Gennaio 2009  inizierà un ciclo di dieci incontri per ammalati con la Logopedista Dott.ssa Claudia Nardi.
Gli incontri si terranno nella Sala A sotto la Chiesa di S.Giuseppe in Viale Mercato Nuovo, 43, dalle ore 17,00 alle ore 18,00 tutti i Venerdì e si concluderanno il 3 Aprile prossimo.
Le iscrizioni sono aperte.

Parliamone. Le riunioni a tema del martedì.

Martedì 27 Gennaio alle ore 10,00 presso la Sede di Viale Mercato Nuovo, 41/C si terrà la prima delle riunioni a tema del 2009.
(altro…)

Pronto Parkinson. Il Medico risponde.

L’avevamo anticipato nel corso della assemblea del 21 Ottobre scorso .
Oggi possiamo confermare questa bellissima novità, fortemente voluta dal Presidente Bruno Cappelletti e realizzata grazie alla grande disponibilità dei Medici del Comitato Scientifico e l’apporto determinante di Monica Freschi Buganza. (altro…)

Incontri con la Psicologa

Si terranno presso la Sede dell’Associazione con la Dott. Francesca Fenzo.

Il primo incontro con i malati sarà Venerdì 14 Novembre alle ore 9.30. Seguirà, lo stesso giorno alle ore 11.00, l’incontro con i famigliari.

Corso di Ballo

Si terrà nella sala del Teatro Parrocchiale di S.Antonio ai Ferrovieri, Via Prandina, 8 (di fianco alla Chiesa) tutti i Martedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30 a partire da Martedì 4 Novembre. Ampio parcheggio. Le adesioni anno date a Francesca Da Meda (cell. 333 86441215) o a Salvino Ambrosi (cell. 348 0477710) entro il 31 Ottobre prossimo.

Corso di Ginnastica ricostruttiva

Si tiene nella palestra attigua alla Sede nei giorni di Lunedì e Giovedì dalle ore 11.00 alle ore 12.00. Le adesioni vanno date a Pulcheria Tonello (cell. 329 4037103) o a Salvino Ambrosi (cell. 348 0477710).

Corso di Tai Ji Quan

Si tiene nella palestra attigua alla Sede nei giorni di Lunedì e Giovedì dalle ore 10.00 alle ore 11.00. Le adesioni vanno date a Francesca Da Meda (cell. 333 86441215) o a Salvino Ambrosi (cell. 348 0477710).

Seguimi

Sabato 8 marzo 2008 alle ore 10.00 presso la sede dell’Ass. Vicentina Malattia di Parkinson viene presentato il manuale di ginnastica ricostruttiva intitolato “Séguimi” ad uso dei malati di Parkinson ma non solo.

manuale

manuale

(altro…)